Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato

Collegati per aver accesso ad offerte esclusive e sconti da urlo!

Facebook
Logout
MENU
Logo Windsor
MENU
Logo Windsor
Prenota ora
Prenota ora

Prenota subito la tua camera presso l'Hotel Windsor!

Arrivo
Partenza
Verifica
Disponibilità
Itinerari
Offerte Speciali
Itinerario su Misura

Crea il tuo itinerario con i local expert dell'Hotel Windsor!

Compila il form sottostante per consentirci di costruire il tuo itinerario, personalizzato in base alle tue esigenze e ai tuoi gusti.
Preparati a scoprire Milano da una nuova prospettiva!

Si, acconsento al trattamento dei miei dati personali ai sensi della legge 196/2003 Italiana

Food

Aperitivo al Bar Basso, dove è nato il Negroni Sbagliato

News > Food | Aperitivo al Bar Basso, dove è nato il Negroni Sbagliato

Ci sono storie, bar e locali che raccontano la città, la fanno sua attraverso le proprie caratteristiche; Milano rivive attraverso questi luoghi i quali a loro volta gli sono molto riconoscenti.
È il caso del Bar Basso, storico locale di viale Abruzzi, prima periferia est della città, a due passi da Piazzale Loreto. Come il Camparino o il Gin Rosa, il Bar Basso è un considerato un’istituzione, un’icona cittadina.

La sua storia ha inizio quando Giuseppe Basso aprì il locale nel 1933 in Porta Vigentina e, dopo la Seconda Guerra Mondiale, si spostò nella sede attuale.
Lo gestì fino al ’67, quando lo cedette a due barman veneziani che erano diventati famosi lavorando all’Hotel Posta di Cortina: Renato Hausamann e Mirko Stocchetto. Il loro obiettivo era chiaro: rendere popolari i cocktail in una città dove ancora non se ne bevevano.

Bar Basso a Milano

Credits: croosadabilia.blogspot.com

In poco tempo il Bar Basso divenne molto popolare: gente comune, attori, scrittori, industriali, alcuni dei quali venivano apposta da Cortina in aereo per gustare un suo cocktail, e addirittura Presidenti della Repubblica (celebre è la foto di Pertini che esce dal bar nel 1981) erano clienti abituali del locale.
Non era difficile incontraci in personaggi come Frank Sinatra, Liz Taylor o Ava Gardner, grandi della letteratura come Hemingway. Addirittura la mala milanese con la famosa banda della Comasina di Renato Vallanzasca ne erano frequentatori abituali. Un giorno uno dei due proprietari, così narra la leggenda, mischiò erroneamente le bollicine col Campari Bitter e il vermouth rosso; il risultato fu la nascita del celebre Negroni Sbagliato.

Bar Basso, un punto di riferimento per aperitivi e cocktail

Aperitivo al Bar Basso, dove è nato il Negroni Sbagliato

Credits: www.flawlessmilano.com

Oggi il Bar Basso resta un luogo molto alla moda; nella prima metà degli anni Novanta celebri designer come Luigi Serafini, James Irvine, Jasper Morrison e altri artisti iniziarono a frequentarlo, facendolo diventare uno dei punti di riferimento milanese per il mondo del design e, durante il Salone Del Mobile, il locale è parte delle attività dell’evento.

Questo è uno dei segreti della longevità del Bar Basso che è rimasto un locale frequentato dalle giovani generazioni. Sapendosi rinnovare e mantenendo il suo stato di istituzione cittadina. Con la sua insegna rossa luminosa e il suo arredamento quasi ottocentesco, il Bar Basso sembra stare fuori dal tempo e dalle mode passeggere, con i suoi camerieri in tenuta elegante che si aggirano tra i tavoli e dietro al bancone.
La clientela è molto variegata; il locale è frequentato anche da turisti e da universitari, stranieri e non, soprattutto da quelli del Politecnico, polo universitario del design nella vicina zona Lambrate.

Andare al Bar Basso significa provare il vero Sbagliato che qui viene servito in un bicchiere dedicato cioè una coppa di grande dimensione, con una fetta d’arancio e un maxi cubetto di ghiaccio. Ma tutti i cocktail del Basso, fatti con ricette nuove e originali, sono da provare almeno una vota. Oggi il locale è gestito da Maurizio Stocchetto, barman e titolare, figlio di Mirko, che ha continuato la tradizione iniziata dal padre; il Basso infatti ancora oggi è un ambiente unico, che richiama professionisti della moda, del design o semplici curiosi, e che, grazie ai suoi avventori, è rimasto una sorta di network della creatività molto importante per Milano.

maurizio stocchetto e lo sbagliato

Credits: zero.eu

Sito del Bar Basso: barbasso.com

Credits foto di anteprima: www.vice.com.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *